SMART Label 2015


Prodotti Premiati

Cosa è

SMART Label è il riconoscimento all’innovazione nel settore dell’ospitalità promosso da HOST – Fiera Milano in collaborazione con POLI.design, che verrà attribuito durante la prossima edizione di HOST 2015 a quei prodotti/servizi/progetti che emergeranno per caratteristiche distintive in termini di funzionalità, tecnologie, sostenibilità ambientale, etica o risvolti sociali.
 
Una commissione giudicatrice, composta da docenti del Politecnico di Milano ed esperti del settore, valuterà le candidature ed attribuirà il riconoscimento a quelli che dimostreranno di possedere i necessari requisiti di innovazione secondo le due seguenti categorie di premi:
- Smart Label: per i prodotti con contenuto innovativo caratterizzante;
- Innovation Smart Label: per i prodotti con un elevato contenuto d’innovazione che propone rottura e superamento di trend consolidati del settore.
 
I prodotti/servizi/progetti candidati che avranno ottenuto il riconoscimento entreranno a fare parte della rassegna degli “SMART Products” presenti a HOST 2015 e saranno pubblicati su un INDEX ad essa dedicato, che offrirà un segnale di innovazione e dinamismo a beneficio dell’interno settore di appartenenza.
 
Il riconoscimento si presenterà sotto forma di una “label”, una targa distintiva:
1 - da apporre sul prodotto/sevizio/progetto in mostra presso HOST 2015 ed eventuali altri elementi di ulteriore visibilità collocati all’interno dello stand dell’azienda.
2 - da posizionare sui prodotti/sevizi/progetti selezionati e presentati in una mostra dedicata (virtuale o fisica) all’interno di HOST 2015.
3 - le aziende, inoltre, potranno usufruire del logo del riconoscimento, associandolo al prodotto/sevizio/progetto selezionato, anche successivamente a HOST 2015 e in ogni occasione che sarà ritenuta opportuna dall’azienda (nelle comunicazioni esterne, sul catalogo, sul sito internet, sul prodotto stesso…).

 

La giuria

Matteo Ingaramo
Si è laureato nel 1997 in Architettura con un progetto di Industrial Design pubblicato come tesi di eccellenza dal Politecnico di Torino, ha conseguito il suo Master in Design Strategico del Politecnico di Milano. E’ Dottore di ricerca in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano.
Dal 2005 svolge la sua attività di ricerca e didattica come Professore assistente presso il Dipartimento di Industrial Design, Arte e Comunicazione presso il Politecnico di Milano. Docente al Master in "Design for Product development" presso il Politecnico di Milano e docente presso il Politecnico di Torino dal 2003. Coordinatore di progetti di ricerca presso l'UdR PP (Product Design Research Unit - Dipartimento INDACO) per quanto riguarda il design guidato dall’innovazione, è responsabile del gruppo di ricerca  IDEA (InnovationDEsign Action). Dalla sua fondazione è segretario e docente per il Master in Industrial Design Engineering and Innovation. E' responsabile per la partecipazione italiana al SinoEuropean Design Management Network. Dal 2009 è Direttore Generale del Consorzio POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano per la ricerca e l'insegnamento post-laurea.
 

Federico Ferrazza
Federico Ferrazza è nato nel 1978 ed è vicedirettore di Wired Italia dal giugno 2013 e responsabile del sito di Gq dal febbraio 2015. In precedenza ha fondato, nel 2004, Galileo Servizi Editoriali, azienda che si occupa della produzione e dello sviluppo di contenuti scientifici. Ha scritto di scienza e tecnologia per diverse testate, tra cui Repubblica, Il Sole 24 Ore e L'Espresso. Ha insegnato Nuovi Media e Giornalismo Online presso l’Università La Sapienza e l’Università Tor Vergata di Roma.

 
 
Chris McMahon
E’ professore di Engineering Design presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell'Università di Bristol, incarico che ricopre dal settembre 2012. In precedenza ha lavorato presso l'Università dal 1984 al 2002. Dal 2002 al 2012 ha lavorato presso l'Università di Bath come Reader, poi Professore e Direttore del Innovative Design and Manufacturing Research Centre. Prima del 1984 è stato un ingegnere di produzione e design nel settore ferroviario e automobilistico. I suoi interessi di ricerca riguardano la progettazione, in particolare per quanto riguarda l'applicazione dei computer alla gestione delle informazioni e dell’incertezza nel design, la teoria e la metodologia del design, la gestione del ciclo di vita del prodotto, l’educazione al design e la progettazione per la sostenibilità: in questi campi ha pubblicato più di 250 articoli, un libro di testo e una serie di libri pubblicati. E’ Chartered Engineer, Membro della Institution of  Mechanical Engineers (UK) e membro fondatore della Design Society, di cui è stato Presidente dal 2010 al 2013. E’ un membro attivo dei comitati scientifici di varie riviste e conferenze internazionali.
 

Arturo Dell'Acqua Bellavitis
Architetto, è Presidente della Fondazione Museo del Design presso la Triennale di Milano e professore ordinario di Disegno Industriale presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano ove ricopre il ruolo di Preside. E’ stato per due mandati vicepresidente della Fondazione Triennale di Milano e Direttore del dipartimento Indaco (Industrial Design, Arte, Comunicazione e Moda) del Politecnico di Milano. Ha diretto anche il Master in Design Management, quello in Interior Design ed in Furniture Design e due edizioni di quello in Fashion Design, Texile & Trends.
Ha tenuto corsi e seminari in numerose università europee ed extraeuropee. Ha partecipato a conferenze sul design in numerosi musei esteri, in occasione di mostre itineranti della Triennale o dell’ADI. E’ autore di saggi e memorie.
 
 
Francesco Profumo
Presidente del Gruppo IREN; è Professore di “Macchine ed Azionamenti Elettrici” al Politecnico di Torino e Professore a contratto presso l'Università di Bologna. E’ stato Preside della Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino (2003-2005) e Rettore del Politecnico di Torino (2005- 2011). E’ stato nominato Presidente del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) nel luglio 2011 e Ministro italiano dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) nel novembre 2011. Ha pubblicato più di 250 lavori in conferenze internazionali e riviste tecniche.