Identità Golose e Host insieme per una ristorazione d'eccellenza

Identità Golose, giunto alla nona edizione, è più in forma che mai, e si è sviluppata anche all’estero con edizioni internazionali a Londra e New York.

E all’appuntamento di quest’anno si presenta rafforzato dalla partnership con Host. un’altra realtà milanese, e allo stesso tempo profondamente internazionale. Due realtà che parlano al mondo della ristorazione di qualità e alle eccellenze della gastronomia con un approccio sinergico: più orientato all’innovazione e ai modelli di business quello di Host e più creativo e orientato alla scoperta e alla definizione di nuovi trend nell'ambito della cucina d’autore per Identità Golose.
«Per noi di Identità Golose - aggiunge Paolo Marchi, ideatore e curatore del congresso - la collaborazione con Host rappresenta l'occasione per raccontare non la ricetta finale in sé ma la tecnologia che in cucina permette a uno chef di realizzare un piatto nella maniera più aderente possibile all'idea iniziale. Ci sono pietanze che tra il pensiero e la loro realizzazione cambiano forma, volto, sostanza perché il cuoco la deve conformare alle attrezzature a sua disposizione. Provocando: se vuoi una bistecca alla griglia e non hai la griglia, o la passi al forno o cambi menù».
Di assoluto rilievo i relatori: a partire da Massimo Bottura appena incoronato dal Daily Meal miglior chef internazionale . Sul palco anche Carlo Cracco, Claudio Sadler, Jordi Vilà and Rodrigo Oliveira… solo per citarne alcuni.
L’appuntamento quindi è a febbraio a Identità Golose, e a ottobre a Host 2013, per incontrare nuovi prodotti, nuove idee, nuovi servizi e nuovo business.